• Gio. Ott 6th, 2022

Fablabitalia

Informazioni, approfondimenti e recensioni

Start up innovative: ecco cosa sono e come costituirle

Ago 24, 2022

Una Start up innovativa è una nuova impresa, le cui attività comprendono lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di servizi o prodotti innovativi, dall’alto valore tecnologico. Ma quali caratteristiche hanno? Come se ne può costituire una?

I requisiti

Perché sia considerata una Start up innovativa, quest’ultima deve avere dei determinati requisiti, ovvero: avere la forma giuridica si società di capitali, anche se cooperativa, avere come oggetto sociale la produzione e lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi tecnologici, essere costituita da meno di 60 mesi, avere la sede principale in Italia o in un paese membro dell’UE o dell’EEA (Spazio Economico Europeo), ma la sede produttiva o una filiale deve comunque trovarsi in Italia, avere un bilancio inferiore a cinque milioni di euro all’anno, non distribuire utili e non essere costituita da una fusione o scissione di un ramo dell’azienda. Le aziende societarie, inoltre, non devono essere quotate su un mercato regolamentato o un sistema multilaterale di negoziazione.

La Start up deve anche possedere almeno una di due caratteristiche, ossia avere una spesa maggiori o uguali al 15 % del valore maggiore del costo di produzione, avere almeno due terzi dei dipendenti con una laurea magistrale oppure un terzo con un dottorato.

Una società del genere presenta diversi vantaggi, come un iter semplificato per la sua costituzione e le modifiche di uno statuto, delle agevolazioni fiscali presso il Registro delle imprese, delle deroghe alla disciplina societaria ordinaria (ma solo per le SRL), una proroga per coprire eventuali perdite, una remunerazione flessibile per i lavoratori, degli incentivi fiscali per gli investitori, delle facilitazione per accedere al Fondo Garanzia per piccole e medie imprese, etc.

Come costituire una Start up e quanto costa

Se si è in possesso dei requisiti necessari per aprire una Start up, come la definizione dell’oggetto sociale, si può aprire la società. Bisogna, tuttavia, assicurarsi che tali requisiti durino nel tempo. Come per ogni altra società che si vuole costituire, è necessario rivolgersi ad un notaio per redigere e depositare l’atto costitutivo, fornendo i documenti necessari e versando il capitale sociale, ed il costo complessivo per tali pratiche, aggiunge alle apposte applicabili, possono essere di 1500 euro (per le pratiche) a cui aggiungere altri 200 euro (per le imposte) e l’IVA. E’ anche possibile sbrigare questo iter anche presso delle piattaforme online, in maniera più veloce, ma bisogna assicurarsi che queste siano affidabili.

Una volta formata la società, è doveroso completare gli adempimenti richiesti e gestire la contabilità. In media, i costi per le attività del primo anno sono di 2500 euro più l’IVA, a cui aggiungere l’onorario del commercialista. Le regioni e le province, comunque, mettono a disposizione, tramite bandi, varie agevolazioni per Start up e nuove imprese.